Progetto sportivo

http://informati.blog.tiscali.it/files/2011/08/0sport.gifIl Collegio dei Docenti ha approvato l’avvio, nell'ambito del Liceo Scientifico delle scienze applicate, del PROGETTO SPORTIVO, a partire dall'a.s. 2013/14 per la sede di via del Tufo e dall'a.s. 2014/15 per la sede di via Pollenza.

Lo sport svolge un ruolo significativo nello sviluppo della persona: è un'opportunità per tenere in allenamento non solo il fisico, ma anche la mente. Nel caso dei giovani, in particolare, l'attività sportiva può svolgere funzioni rilevanti a servizio della loro crescita: permette di sperimentare emozioni forti legate tanto al successo quanto alla sconfitta e aiuta a riconoscere le potenzialità del proprio corpo, che si trasforma progressivamente con la crescita, nonché a esprimere le proprie passioni attraverso attività di gruppo. Una delle motivazioni principali che spingono l'adolescente a praticare sport, infatti, è proprio il desiderio di sentirsi parte di un gruppo, con il quale condividere obiettivi e affetti. In questa esigenza dei ragazzi si esprime uno dei bisogni fondamentali dell'individuo: quello di inserirsi in un determinato contesto sociale, che ciascuno contribuisce a costruire grazie al proprio impegno e sforzo personale. In questo senso l'attività sportiva ricopre una funzione non secondaria nel faticoso percorso che gli adolescenti compiono per riuscire a formare la loro identità personale, misurandosi continuamente con il proprio valore e autostima e con le proprie capacità di realizzarsi nel futuro come uomini o donne. Per questo motivo non si può trascurare la funzione educativa svolta dalla scuola, soprattutto quella secondaria, che si trova a formare i ragazzi proprio nel delicato momento in cui cercano di assumere un ruolo sociale, anche attraverso la pratica di una o più discipline sportive.
E' dunque dalla volontà di soddisfare questo bisogno degli adolescenti che nasce il progetto formativo del Liceo delle scienze applicate a indirizzo sportivo: l'obiettivo è sia quello di rispondere alle particolari esigenze degli studenti che praticano attività agonistica, spesso ad alto livello, aiutandoli a conciliare l'impegno scolastico con quello sportivo, che quello di avvicinare gli studenti ad una pluralità di discipline sportive.
Il progetto, da avviare qualora un congruo numero di famiglie aderisca, prevede:

A) LA PARTECIPAZIONE DELLA CLASSE A PROGETTI e concorsi nazionali, regionali ed internazionali, selezionati dal consiglio di classe, CHE ABBIANO COME FULCRO L’ATTIVITÀ SPORTIVA, quali ad esempio:
- progetto “Il mare che unisce” (MIUR-FIV)
- Giochi sportivi Studenteschi (MIUR)
- progetto “Velascuola” (MIUR, Federazione Italiana Vela)
- Progetto “Acea Volley”
- Progetti “Fair Play”, “Fuori Classe”, “La corsa di Miguel” (MIUR)
- Progetto “Superclasse Cup” (FIGC, MIUR)
- Progetto “Capitan Uncino” (UISP lega vela),
- Altri progetti regionali, in collaborazione con il coordinamento regionale del servizio educazione motoria fisica e sportiva dell’USR Lazio
- Altri progetti sportivi comunali e municipali proposti durante l’anno scolastico
- Altri progetti in collaborazione con le Università (Scienze motorie e sportive, medicina dello sport, fisioterapia…)

B) LA VALORIZZAZIONE DI EVENTUALI ESPERIENZE SPORTIVE EXTRASCOLASTICHE, anche tramite convenzioni che ne permettano la valutazione come crediti in ambito scolastico

C) L’organizzazione, a cura del Consiglio di classe, di almeno UNA MATTINATA AL MESE IN CUI LA DIDATTICA VIENE SVOLTA NEGLI IMPIANTI SPORTIVI di Federazioni, Associazioni e Società sportive con le quali si siano stipulate convenzioni in tal senso, quali ad esempio il polo natatorio di Pietralata, l’ impianto UISP Fulvio Bernardini (arrampicata), gli impianti delle diverse federazioni aderenti al CONI.

D) UNA PROGETTAZIONE DI USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E CAMPI SCUOLA CONGRUENTE CON IL PROGETTO SPORTIVO della classe, quali ad esempio:
- visite ad impianti sportivi;
- partecipazione ad eventi sportivi (Partita del cuore, internazionali di tennis)
- settimane azzurre (Circolo Velico Lucano, Circolo velico Ventotene, ecc.)
- settimane bianche.

E) La progettazione e la realizzazione da parte del Consiglio di classe di UNITÀ DIDATTICHE INTERDISCIPLINARI CHE PARTANO DALL’ESPERIENZA SPORTIVA PER VEICOLARE L’INSEGNAMENTO DI TUTTE LE DISCIPLINE, tramite la proposta di contenuti coerenti con il progetto sportivo della sezione, quali ad esempio:

ITALIANO
Il piano di studio di Italiano volgerà alla produzione di testi di varia tipologia (dal racconto all’articolo di giornale, dal saggio all’intervista) impostati su tematiche sportive.
Si procederà con lo studio e l’analisi di articoli, saggi, inchieste, romanzi, poesie, film…che affrontino il tema dei valori sportivi, della loro affermazione e purtroppo, talvolta, della loro crisi nella società contemporanea (lo Spirito di Olimpia, il Dilettantismo, il Professionismo, la Corruzione, il Doping…).
STORIA
Lo studio della Storia evidenzierà l’importanza dello Sport e delle discipline che mirano al benessere fisico nelle diverse epoche (da i Giochi di Olimpia allo sport di massa) e nelle diverse culture.
Si studierà inoltre la storia delle discipline sportive legate ai tempi, alle civiltà, ai Paesi.
INGLESE
Si lavorerà su testi in lingua di vario tipo (saggi, articoli, interviste, romanzi, film…), che consentano di affrontare tematiche sportive non solo come mero esercizio fisico ma anche come momento di realizzazione sia della propria individualità che dello spirito aggregativo.
Si studierà il linguaggio specifico sportivo anche in relazione alle diverse aree geografiche (Asia, Europa, Americhe).
DISEGNO E STORIA DELL’ARTE
Si procederà nello studio del corpo umano e della sua rappresentazione nelle arti (pittura, scultura, fotografia…) e nelle epoche; si approfondirà la conoscenza di quelle civiltà che hanno dato rilievo alla ricerca del benessere del corpo come mezzo per giungere al benessere dell’individuo. In questa disciplina sarà di fondamentale importanza l’affiancamento dello studio della Storia e la visita a Musei, Complessi monumentali, Stadi, Centri e Poli Sportivi.
GEOGRAFIA
Si studieranno le discipline sportive praticate nei diversi Paesi, sottolineandone la storia legata o alle culture autoctone o allo stato di ex colonie.
Si imparerà la lettura delle carte nautiche, si studieranno le correnti marine, i venti, i sistemi di orientamento…
INFORMATICA
Utilizzo di fogli di calcolo per l’elaborazione di classifiche e risultati di gare, utilizzo di programmi di simulazione di navigazione ed altri programmi di simulazione
SCIENZE
L’attività agonistica ed il sistema scheletrico e muscolare; sport e metabolismo; gli strumenti di misura utilizzati negli sport (spostamento, velocità, accelerazione di un corpo); Misure nello sport; Alimentazione nello sport; Doping; l’ambiente marino, l’ambiente lacustre.
FISICA
Le leve del corpo umano; la legge di Archimede; leggi di conservazione dell’energia nello sport; Piano inclinato (sci); Studio del moto (calcio) Dinamica dei fluidi (vela).
MATEMATICA
Insiemi numerici (preferenze sportive degli studenti); percentuali e calcolo di probabilità (probabilità di portare a segno un rigore); circonferenza (ruota Ferrari)., elementi di geometria (calcolo delle rotte e dei tempi in funzione di velocità, direzione e correnti) Traiettoria della parabola; elementi di statistica sportiva.

Allegati